VIII Edizione Festival Settimane Musicali Internazionali 2022

Pianoforte solo e Musica da camera nei luoghi dell’Oltregiogo.

Sei appuntamenti di musica classica e contemporanea alla scoperta di natura, siti archeologici e teatri nell’Alto Monferrato.

I protagonisti: giovani affermati musicisti, interpreti dei grandi compositori di ogni epoca.

Raccolta di offerte  da destinare alla LILT Delegazione di Novi Ligure.

Novita’ 2022

Oltregiogo Piano Competition, concorso pianistico internazionale aperto a tutti i giovani pianisti italiani e stranieri  diviso in due Sezioni.

Sezione I, per categorie di età.
Sezione II, esecuzione pianistica fino a 30 anni.

21 maggio ore 21:00
Bosco Marengo – Complesso monumentale Santa Croce
Omaggio a Beethoven

Orchestra Classica di Alessandria
Direttore: Arman Azemoon
Solisti: Gianluca Faragli e Alessandro Marano

Programma

L. van Beethoven
Concerto per pianoforte e orchestra no.3, Op.37
-Allegro con brio
-Largo
-Rondo. Allegro

E. Elgar
Serenata per archi Op.20
-Allegro piacevole
-Larghetto
-Allegretto

L. van Beethoven
Concerto per pianoforte e orchestra no.5, Op.73
-Allegro
-Adagio un poco mosso
-Rondo. Allegro

ORCHESTRA CLASSICA DI ALESSANDRIA
Ensemble cameristico-sinfonico, svolge la propria attività in ambito nazionale e non, curando l’offerta di iniziative musicali (tramite concerti, Festival, lezioni-concerto) in svariate formazioni. E’ composta da musicisti professionisti italiani e stranieri, che si esprimono non solo in ambito prettamente classico, ma spaziano con disinvoltura dalla musica per film, jazz, etnica al pop. Nel corso della sua attività, l’orchestra si è avvalsa della collaborazione di Direttori e Solisti di chiara fama. Vanta svariate registrazioni discografiche quali: “Un amore così grande” del tenore Pietro Ballo (Warner), “Johan Padan” (Green movie), “La Passione di Cristo secondo S. Marco” e il “Transitus animae” di Lorenzo Perosi (Bongiovanni), “A. F. Lavagnino: Orchestral works”, “Mohicans chapter 2” (Edel), “Celtic angels” (Edel), “La Sinfonia della croce” (Warner) di R. Matulich, ecc. Ha al suo attivo numerosi concerti in tutta Italia tra i quali, nel 1998, un prestigioso concerto a Roma per la Camera dei Deputati. Organizza da venti anni il Festival Internazionale A. F. Lavagnino denominato “Musica e cinema” (concerti, convegni, Concorso Internazionale di Composizione per immagini). In ambito cinematografico, sono state realizzate diverse colonne sonore: “Johan Padan a la descoverta de le Americhe” tratto da una pièce teatrale di Dario Fo, e “Mai + come prima” del regista G. Campiotti, musiche di Carosio-Fornaro, “A cavallo della tigre” del regista C. Mazzacurati su musiche di Ivano Fossati, la fiction TV (Rai 1) “La buona battaglia – Don Pietro Pappagallo” su musiche di Paolo Silvestri, “Il mercante di pietre” del regista R. Martinelli, “L’uomo della carità – Don Luigi di Liegro” (fiction Canale5), “Maradona, la mano de Dios”, musiche di Pivio e Aldo De Scalzi. Nel 2004 presso l’Aula Paolo VI (Città del Vaticano) in mondovisione, l’Orchestra diretta da Renato Serio, ha suonato davanti a Giovanni Paolo II. Alcune esecuzioni sono state trasmesse da Radio Vaticana, Rai Radio3, Radio Maria, ZDF (Canale tedesco), Rai 1, Rai International, Rai Futura. Ha collaborato con la Banda della Polizia di Stato e la Fanfara dell’Areonautica (Comando 1^ Regione Aerea di Milano); da cinque anni è l’orchestra della finale del Concorso Internazionale di Chitarra Classica “Michele Pittaluga”(Alessandria) e inoltre si è esibita nell’evento “Aspettando la mostra”, anteprima della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, (Sala Darsena – Lido), con l’esecuzione pubblica, in prima assoluta, della partitura recuperata del film “Il mercante di Venezia” di A.F. Lavagnino. Ha dato vita, patrocinato dal Pontificio Consiglio della cultura, al Festival di Musica Sacra “Conflixere mirando”, sotto la Direzione artistica del M° Mons. Pierangelo Pietracatella. Dal 2019 è in corso un progetto originale di parole, musica e immagini, a tema spazio, nato dalla contaminazione del Festival Lavagnino col Festival dello Spazio di Busalla, nel 50° anniversario dello sbarco sulla luna, il cui protagonista è il primo astronauta italiano, Franco Malerba, che narra diversi momenti della sua grande avventura, intrecciati a brani di musica immortale in sintonia con il tema e con le immagini di un’esperienza oltre il limite. Ha eseguito un estratto de “Il flauto magico” di Mozart, suonando in diretta con i disegni animati di Emanuele Luzzati, il quale ha creato un apposito logo omaggiandolo all’Orchestra Classica.

Arman Azemoon, Compositore e Direttore d’orchestra.
Nato a Teheran (Iran), da madre italiana e padre iraniano, cittadino italiano ha conseguito nel 1989 il diploma di Pianoforte al Conservatorio di Musica di S.Cecilia in Roma sotto la guida della Prof. Lea Cartaino e, successivamente, quello di Composizione al Conservatorio “Alfredo Casella” dell’Aquila sotto la guida del il Maestro Alessandro Cusatelli . Ha frequentato i corsi di direzione d’orchestra tenuti dal Maestro Ennio Nicotra presso l’Accademia Musin a Perugia conseguendo il diploma con merito. Successivamente dal 2017 al 2021 ha frequentato i corsi di Fenomenologia musicale di Sergiu Celibidache e direzione d’orchestra con il Maestro Raffaele Napoli ( ex allievo di Celibidache) a Varna, Roma e Asti.
Le sue musiche di scena per “Romeo & Giulietta” sono state rappresentate nel 2005 sotto il patrocinio della Regione Lazio. Musiche di scena per “Tekna Kama figli e sangue”, tratto dall’“Orestea” di Eschilo, rappresentato a Roma in collaborazione con Capsa International; Musiche di scena e canti per la Commedia Musicale “ IN-CANTO” indirizzata ai bambini e rappresentata nel maggio 2007 al Teatro Parioli di Roma per la commissione della provincia di Roma. Direttore del Coro ” Fulvio Riccioni” di Fonte Nuova (Rm) dal 2006 e del Coro Rosa Proserpio di S. Oreste (Rm) dal 2008. Ideatore e realizzatore insieme al tenore Alessandro Fantini del metodo d’esercitazione e didattico per il canto lirico ” My Personal Conductor” pubblicato dalla Carisch S.p.A gruppo Monzino di Milano.
Come direttore e fondatore dell’Ensemble vocale “L’Ottava Giusta”, ha registrato la colonna sonora del film per Rai 1 “ Il sogno del maratoneta” con Luigi Lo Cascio e Alessandro Haber con le musiche del M° Carlo Crivelli.
Nel 2012 è stato intervistato dalla trasmissione Voyager di Roberto Giacobbo su Rai 2 sull’accordatura a 432 Hz.
A Febbraio 2021 ( Teatro Basilica di Roma) e Luglio 2020 ( Teatri di Pietra di Sutri (VT)e Festival di Volterra) ha scritto le musiche di scena per lo spettacolo di teatro-danza “ Dimmi Tiresia” di MDA Danza di Aurelio Gatti.
Ha diretto diverse orchestre nazionali ( I Solisti Aquilani, Orchestra Roma Tre, Orchestra Nova Amadeus) e internazionali ( Orchestra del Teatro di Varna di Bulgaria e Orchestra Giovanile della città di Vienna).
Fondatore nel 2011 e direttore stabile dell’Orchestra Sinfonica Santa Croce con sede nella Basilica S. Croce al Flaminio di Roma con il progetto di divulgare la pratica orchestrale tra musicisti giovani e amatori in un laboratorio orchestrale guidato da professionisti e tutor. Con l’Orchestra Sinfonica S. Croce si è esibito in numerosi concerti che hanno riscosso successo di pubblico e di critica e ha partecipato a tre edizioni della Festa Europea della Musica di Roma (2011, 2012 e 2014).
Dal 2006 è docente e preparatore agl’esami di ABRSM (The Associated Board of the Royal School of Music) di Londra presso le sedi italiane.

Alessandro Marano, brillante pianista cosentino della sua generazione, si forma sotto la guida del Maestro Giuseppe Maiorca presso il Conservatorio di Musica “S. Giacomantonio” di Cosenza e parallelamente frequenta i Corsi Internazionali di alto perfezionamento pianistico presso la Foundation “Paul Hindemith” di Blonay in Svizzera seguendo le lezioni di illustri maestri e concertisti di fama internazionale fra i quali Edith Fischer e Paul Badura-Skoda. Completano la sua formazione pianistica e musicale i Maestri Aldo Ciccolini e Bruno Canino.
Ha ottenuto premi, menzioni speciali, borse di studio e riconoscimenti in più di cinquanta concorsi pianistici nazionali ed internazionali; svolge una intensa attività concertistica suonando in veste di solista in tutt’Italia e all’estero (Svizzera, Spagna, Ungheria, Romania, Bulgaria, Austria, Francia, Repubblica Ceca, Russia, Grecia, Gran Bretagna, Polonia), riscuotendo ovunque calorosi apprezzamenti da parte del pubblico e della critica.
Solista apprezzato per la serietà e la profondità delle sue interpretazioni, si dedica alla ricerca, allo studio e all’esecuzione delle composizioni di Franz Liszt (il Maestro esegue l’integrale dei 12 Studi Trascendentali, le Armonie poetiche e religiose, le composizioni per pianoforte e orchestra e le parafrasi da opere di Verdi e di Wagner), con particolare riguardo a quelle meno frequentate.
Fra il 2015 e il 2016, ha portato a termine l’integrale dei concerti per pianoforte e orchestra di Beethoven riscoprendo le trascrizioni per organico d’archi del musicista tedesco Vinzenz Lachner, eseguendoli anche in tre serate e senza Direttore all’interno della stagione concertistica 2017 della Società dei Concerti di Ravello.
Ha suonato in veste di solista con importanti orchestre: Filarmonica “Mihail Jora” Bacau, Arad State Filarmonic, Filarmonica Botosani, Romania; Pazardzhik Symphony Orchestra, Bulgaria; Orkiestra Filharmonii Warminsko-Mazurskiej di Olsztynie, Polonia, collaborando con Direttori d’orchestra di fama internazionale quali Ovidiu Balan, Petronius Negrescu, Grigor Palikarov, Lyubomir Denev Jr, Cristian Neagu, Valentin Doni, Konstantin Ilievsky, Piotr Sulkowski, spaziando fra i Concerti di Bach, Beethoven, Mozart, Liszt, Grieg, Schumann, Brahms, Tchaikovsky, Rachmaninoff e Gershwin.
E’ docente di pianoforte presso il Conservatorio di Musica “F. Torrefranca” di Vibo Valentia, Presidente dell’Associazione Culturale e Musicale Amici del Pianoforte “Franz Liszt”, Direttore Artistico dell’Orchestra Sinfonica di Cosenza e del Festival Pianistico Internazionale “Franz Liszt” di Cosenza che quest’anno giunge alla sua XI Edizione.

Gianluca Faragli si è diplomato in pianoforte con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore presso il Conservatorio Paganini di Genova. Ha conseguito il diploma accademico di secondo livello in pianoforte indirizzo solistico con il massimo dei voti presso il Conservatorio Donizetti di Bergamo con Maria Grazia Bellocchio.
Ha arricchito la sua formazione partecipando a diverse masterclass in Italia e all’estero e ai Corsi di Alto Perfezionamento tenuti da M. G. Bellocchio (CFYP Mauricio Kagel 2019 – Salvatore Sciarrino 2022) presso la Contemporary Music Hub Milano.
Ha ottenuto numerosi primi premi in concorsi pianistici nazionali e internazionali tra cui: 22° Concorso Internazionale di Interpretazione Musicale Premio Franz Schubert; VI Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale C. W. Schumann 2019; X Concorso Internazionale Musicale Premio Crescendo Città di Firenze a seguito del quale si è esibito nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze; International Music Competition “Paris and London” Grand Prize Virtuoso 2020; Concorso Pianistico Nazionale A.Gi.Mus. Città di Francavilla Fontana; 17° Concorso Nazionale di Esecuzione Pianistica “Città di Bucchianico”.
Ha suonato da solista in Italia e in Repubblica Ceca con l’Orchestra Junior Classica di Alessandria, l’Orchestra Ligeia di Sanremo, l’Orchestra “Mihail Jora” di Bacau e l’Orchestra “Amici del Pianoforte” di Cosenza collaborando con i direttori G. Emilsson e D. Camiz.
Tiene regolarmente recital pianistici e concerti in formazioni da camera sia in Italia che all’estero nell’ambito di prestigiosi festival tra cui: Viotti Club di Vercelli, Museo Diocesano Hofburg di Bressanone, Teatro Carisma di Gorlago, Incontri Musicali Mediterranei a Crotone, Villa Bertelli di Forte dei Marmi, Stiftssaal a Fröndenberg (DE), Museo del Novecento a Milano, Musica Insieme Bologna, Careggi in Musica a Firenze, Stagione Musicale di Sassello, Palazzo Albrizzi di Venezia, Amici di Paganini e GOG di Genova, A.Gi.Mus. Modica, Alba Music Festival. Nel 2018 è stato selezionato per i concerti nell’ambito del Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo.
Ha eseguito in prima assoluta composizioni di M. Clera, S. Teani e C. Barracano.
È docente di pianoforte presso il Conservatorio G. Donizetti di Bergamo (corsi pre-AFAM). Insegna pianoforte presso la Scuola Media Statale “G. Boccardo” e presso il Liceo Musicale Saluzzo Plana di Alessandria.
È presidente dell’Associazione Musica&Cultura Pentagramma e direttore artistico del Festival Settimane Musicali Internazionali giunto, nel 2022, alla 8° Edizione.

16 Luglio ore 21:00
Basaluzzo – Oratorio di Sant’Antonio
CharmingCello

Duo violoncello e pianoforte
Silvia Gira, Lucia Paradiso

Programma

C. Franck
Sonata in la maggiore
-Allegretto ben moderato
-Allegro
-Recitativo-Fantasia: Ben moderato. Largamente con fantasia
-Allegretto poco mosso
A. Dvorak
Silent Woods, Op 68, No 5
E. Grieg
Sonata per violoncello e pianoforte Op.36
-Allegro agitato
-Andando molto tranquillo
-Allegro molto e marcato

Silvia Gira – comincia a studiare il violoncello all’età di quattro anni e frequenta il Conservatorio A. Scarlatti
di Palermo dove si diploma con lode e menzione.
Frequenta per due anni il Corso di Alto Perfezionamento presso l’Accademia Walter Stauffer di
Cremona sotto la guida del M° Antonio Meneses, con il quale studia anche presso l’Accademia
Chigiana e Garda Lake Masterclass.
Si è appena diplomata a pieni voti presso l’ Accademia Nazionale di Santa Cecilia, dove ha
frequentato il Master in Violoncello con il M° Giovanni Sollima.
Ha formato il Trio Aeonium, con il quale studia presso la suddetta Accademia con il M°Carlo
Fabiano e presso il Conservatorio di Parma con il Trio di Parma.
Si esibisce da solista e da camerista in Italia e all’estero, ed è stata più volte ospite a Rai Radio3.
Suona un violoncello Primavera di Cremona.

Lucia Paradiso –svolge gli studi di pianoforte presso il Conservatorio “E.R. Duni” di Matera con il Maestro Alessandro Deljavan, con il quale si diploma con 10 lode e menzione nel 2014 e successivamente nel 2018, presso il Conservatorio “U. Giordano” di Foggia con votazione 110 e lode, conseguendo il biennio specialistico di pianoforte a indirizzo concertistico. Prosegue presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma e nel 2021 consegue il biennio specialistico di musica da camera con votazione 110 e lode.
Attualmente Lucia Paradiso svolge un’appassionata attività concertistica che la vede impegnata in Italia e all’estero presso importanti istituzioni.
Oltre che come solista, Lucia Paradiso si dedica costantemente all’attività cameristica: nel 2021 debutta nella stagione “Classica al tramonto” per la IUC – Università La Sapienza di Roma, presso la Fondazione Primoli di Roma, nella Stagione “Trevignano Proms” con il “Trio Caecilia” in formazione violino, flauto e pianoforte; In Duo con la violinista Cecilia Merli ottiene un progetto discografico con l’Associazione A.Gi.Mus di Padova per l’esecuzione delle Sonate di C. Franck e E. Grieg per violino e pianoforte; si esibisce presso il Teatro Eur Mostacciano, la Sala Accademica del Conservatorio di Santa Cecilia, l’Auditorium dell’Accademia Ludus Tonalis di Riano (RM), il Palazzo Ragazzoni di Sacile (PN). Svolge attività di pianista accompagnatore, supportando le classi di strumento nelle attività didattiche, per il “Premio delle Arti-sez. legni”, per le classi del Conservatorio U. Giordano di Foggia, Concorsi e Masterclass e attualmente presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma in qualità di Cultore della materia nella classe di Musica da Camera. Parallelamente all’attività pianistica e didattica Lucia Paradiso è Presidente dell’Associazione culturale “Dal Colosseo ai Sassi” che si occupa dell’organizzazione di eventi artistici e culturali sul territorio romano.

23 Luglio ore 21:00
Francavilla Bisio – Salone SAOMS
Sonate e Fantasie

Recital pianistico
Karolina Sekula

Programma

W. A. Mozart
Fantasia in d-minor KV 397

L. van Beethoven
Sonata no.7 in re maggiore Op.10 no.3
-Presto
-Largo e mesto
-Minuetto: allegro
-Rondo: allegro

M. Ravel
Sonatine Op.40

S. Rachmaninov
Sonata no.2 Op.36
-Allegro agitato
-Non allegro
-L’istesso tempo – Allegro molto

Karolina Sekuła è nata nel 2002 a Toruń. Si è diplomata con lode presso la Scuola di Musica e d’Istruzione Generale Karol Szymanowski a Toruń nella classe di pianoforte di Aleksandra Soboń-Wakarecy e Marek Kamola. Attualmente frequenta il primo anno di studi triennali nella classe di pianoforte della professoressa Elena Margolina-Hait alla Hochschule für Musik di Detmold.
È vincitrice di concorsi pianistici e musica da camera, tra cui: 1° posto al Muse International Music Competition di Atene (2019), 1° posto e premio speciale al IV Concorso Pianistico Nazionale F. Chopin a Turzno (2018), 1° posto al IV Concorso Pianistico Internazionale di Trzciana (2018), 1° posto al XXI Concorso Internazionale per Formazioni Cameristiche a Jawor (2019), premio per il miglior partecipante alla Rota Piano Week III (Spagna , 2020), 2° posto al IX Concorso Pianistico Internazionale a Broumov (Repubblica Ceca, 2019), 2° posto e premio speciale dell’Istituto Fryderyk Chopin al VI Concorso Pianistico Internazionale ad Augustów (2018), 2° posto al I Concorso Pianistico Internazionale MusicAlive organizzato dall’Università della Slesia a Katowice (2020), è finalista del V Concorso Nazionale di Individui Musicali Atma a Zakopane (2020), 2° posto al Concorso Musicale Internazionale Opus di Cracovia (2019), premio speciale al Corso e Concorso Internazionale PIANALE Junior a Schlitz (Germania, 2018), 3° classificata al XIX Concorso Musicale Internazionale J. Zarębski a Varsavia (2019), 3° posto al XIII Concorso Nazionale di Musica da Camera per Pianoforte a Toruń (2016), riconoscimenti: al Concorso Nazionale del Centro Educazione Artistica nella categoria Ensemble da Camera (2021), al XXIII Torneo Nazionale di Pianoforte Halina Czerny-Stefańska a Żagań (2018), al XXXVI Concorso per Formazioni Cameristiche a Breslavia (2019).
Si è esibita, tra l’altro: alla Carnegie Hall di New York, Megaron Hall di Atene, in Łazienki Królewskie di Varsavia, nella Casa natale di Fryderyk Chopin a Żelazowa Wola, al Chopin Center di Szafarnia, al Centro Europeo della Musica “Krzysztof Penderecki”, al “Lunigiana International Music Festival” in Italia, in Spagna, Lituania, Germania, Svizzera, a Toruń nell’ambito del Festival Internazionale “Probaltica”, “Cello Festival ” e “Festival della Musica Giovane”, nell’Auditorium CKK Jordanki. Si è esibita come solista con l’Orchestra Sinfonica di Toruń e L’Orchestra Sinfonica della Versilia sotto la direzione di Marek Wroniszewski, Dainius Pavilionis, Stefano Teani, Mariusz Smolij, Przemysław Fiugajski, Łukasz Hermanowicz.
Ha perfezionato le sue abilità sotto la supervisione di insegnanti eccezionali, tra cui: Jacques Rouvier, Gabriele Baldocci, Laura Pietrocini, Alina Bercu, Janusz Olejniczak, Katarzyna Popowa-Zydroń, Piotr Machnik, Ewa Pobłocka, William Fong, Zuzana Niederdorfer.
Detiene anche il titolo della Finalista delle 44° Olimpiadi Artistiche nella sezione storia della musica (2020). Per i suoi risultati ha ricevuto una Borsa di Studio del Primo Ministro della Polonia (2020/21), una Borsa di Studio del Ministro della Cultura e del Patrimonio Nazionale della Polonia (2020/21) e una Borsa di Studio del Maresciallo del Voivodato di Kujawsko-Pomorskie “Humaniści na start!” (2020/21), “Prymus Pomorza i Kujaw” (2016- 2019), Borsa di Studio Culturale della Città di Toruń (2018, 2019, 2021), Borsa di Studio “Maestro” del Sindaco della Città di Toruń (2019-2021), Premio del Sindaco della Città di Toruń (2021) e apparteneva ai Borsisti del Fondo Nazionale Polacco per l’Infanzia (2018/2019).

27 Agosto ore 21:00
Parodi Ligure – Abazia San Remigio
Danze e Rapsodie

Duo Pianoforte 4 mani
Gala Chistiakova, Diego Benocci

Programma

J.Brahms
12 Danze Ungheresi

F.Liszt
Rapsodia Ungherese n.2

G.Gershwin
Rhapsody in blue

Il duo pianistico a 4 mani Gala Chistiakova e Diego Benocci si è formato nel 2014, quando i due pianisti si perfezionavano presso l’Accademia Pianistica Internazionale di Imola. Diego Benocci è nato a Grosseto, ha iniziato gli studi musicali presso l’Istituto Musicale della sua città con il M ° Giuliano Schiano. Si è diplomato presso il Conservatorio “G.Frescobaldi” di Ferrara e ha concluso il corso di laurea presso il Conservatorio di Stato “L.Cherubini” di Firenze nella classe della Prof. Maria Teresa Carunchio e l’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola sotto la guida del M ° Enrico Pace e del M ° Igor Roma. Tiene regolarmente concerti in tutta Europa e in Asia come solista, musicista da camera e suona con orchestre in importanti festival. Gala Chistiakova è nata a Mosca in una famiglia di musicisti. Ha iniziato i suoi studi di pianoforte a 3 anni con sua madre Liubov Chistiakova. Dal 1993 al 2005 ha studiato alla Scuola Centrale del Conservatorio di Mosca intitolato a P. Tchaikovsky con i professori Helena Khoven e Anatoly Ryabov. Nel 2014 Gala ha terminato il Conservatorio di Mosca e un corso post-laurea in una classe del professor Mikhail Voskresensky. Nel 2011 ha iniziato i suoi studi presso l’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” (classe del Prof. Boris Petrushansky) ed è emigrata in Italia. Vincitrice di oltre 30 concorsi internazionali, vive oggi con il marito Diego Benocci e il giovane figlio Leonardo a Grosseto dove dirigono insieme il Festival Musicale Internazionale “Recondite Armonie” e il Progetto di Scambio Culturale “Giovani Musicisti del Mondo”. Nel 2022 sono stati nominati coodirettori artistici e docenti del festival IMOC a Grosseto. Il duo ha un vasto repertorio e ha tenuto concerti in Russia, Italia, Francia, Portogallo, Germania, Regno Unito per i numerose stagioni musicali internazionali riscuotendo ovunque grande successo di pubblico e di critica. Nel 2021 in duo hanno vinto la borsa di studio all’Accademia Chigiana nella classe della prof.ssa Lilya Zilberstein. Hanno collaborato come duo con orchestre sinfoniche e da Camera e recentemente si sono esibiti Conservatorio Tchaikovsky di Mosca, alla Weston Recital Hall di Oxford, al Festival International de Musique de Chambre Est Ouest in Belgio , Madeira Piano Fest in Portogallo e un concerto straordinario per G.Armani a Londra. Il loro primo CD con musiche di Tchaikovsky è stato pubblicato nel 2021 dall’ etichetta italiana OnClassical.

10 Settembre ore 21:00
Carrosio – Auditorium Comunale
I tre volti del Romanticismo

Recital pianistico
Paolo Scafarella

Programma

L. van Beethoven
Sonata Op. 81a “Les Adieux”
Das Lebewohl (L’addio) – Adagio, Allegro
Die Abwesenheit (L’assenza) – Andante espressivo
Das Wiedersehn (Il ritorno) – Vivacissimamente

W. Stenhammar
Sonata n°4 in sol minore
-Allegro vivace e passionato
Romanza
-Andante quasi adagio
Scherzo
-Allegro molto
Trio
-Meno mosso un pochettino
Rondo
-Allegrissimo

F. Chopin
Mazurke Op. 30 n°1 e 2

S. Rachmaninov
Momenti musicali Op. 16

Pianista dall’innata sensibilità musicale e dalla solida tecnica pianistica, Paolo Scafarella nasce nel 1993 a Trani, ridente città pugliese. Si laurea presso il conservatorio “N. Piccinni” di Bari, conseguendo sia il triennio in pianoforte che il biennio in pianoforte ad indirizzo solistico con il massimo dei voti e la lode.
Si è esibito per Serate musicali a Milano, Conservatorio di Milano, Associazione Wagneriana di Milano, Scriabin Concert Series di Grosseto, Festival Internazionale San Giacomo di Bologna, Teatro Comunale di Corato, Teatro Impero di Trani, Università degli studi di Bari, Accademia delle Arti di Bari e di Firenze, La Fondazione dell’Orchestra Sinfonica Santa Croce di Roma, Le Dimanche Musicaux presso la Cathedral American di Parigi, Eutherpe hall della Fondacion Eutherpe di Leon (Spagna), Sentieri musicali di Forte dei Marmi, Associazione Karl Jenckins di Roma, Festival Internazionale “Onde Armoniche” di Molfetta, Palazzo Pesce per l’associazione Agimus di Mola di Bari, Monferrato Classic festival di Alessandria, Fondazione Houck di Riva San Vitale in Svizzera, Klaverens hus di Lovstabruck in Svezia.
Si esibisce regolarmente come solista con importanti orchestre; grande successo nella sua ultima interpretazione del secondo concerto per pianoforte e orchestra di Beethoven, eseguito con l’Orchestra Sinfonica Santa Croce a Roma, concerto che ha avuto un positivo riscontro di critica.
Oltre ad essersi esibito all’estero in alcune delle più importanti città europee: Madrid, Leon, Parigi, Stoccolma, Lovstabruck, Riva San Vitale etc, Scafarella ha in programmazione un tour concertistico extra- continentale in Cina (nelle più grandi metropoli del Paese) e in America, nello specifico in Florida; il progetto vede al suo centro l’esecuzione dei brani inclusi nel suo ultimo cd inciso per Brilliant Classics su musiche di Stenhammar; questo suo ultimo cd ha riscosso grande successo ricevendo una recensione da 5 stelle dal Magazine tedesco PianoNews ed una recensione da 4 stelle dal Magazine Inglese BBC Music Magazine, due fra le più prestigiose riviste di musica del mondo.
Come prossimi progetti discografici, sono in cantiere altri due cd sul repertorio per pianoforte ed orchestra di Stenhammar con L’etichetta discografica Brillant Classics e un cd monografico su repertorio per pianoforte solo di Rachmaninov con l’etichetta discografica Aulicus Classics.
Pubblica regolarmente libri, trascrizioni ed edizioni pratiche con la casa editrice Momenti Edizioni.

25 Settembre ore 21:00
San Cristoforo – Parco del Castello – Sala del Torchio
Luci e Ombre


Duo Incontra – violoncello e contrabbasso
Camilla Patria, Tommaso Fiorini

Programma

G. Rossini
Duetto
-Allegro moderato – Andante assai – Allegro

A. Schnittke
Hymn Nr. 2

A. Corelli 
Variazioni sul tema della Follia (arrangiamento di T. Fiorini)

J. Goltermann
Souvenirs de Bellini

G. C. Taccani
Commedia della sera

J. Barriere
Sonata in Sol per violoncello e contrabbasso
-Andante – Adagio – Allegro prestissimo

Duo InContra
Camilla Patria e Tommaso Fiorini si conoscono nel 2018 nell’ambito dei corsi annuali di Obiettivo Orchestra tenuti presso la scuola APM di Saluzzo dai professori d’orchestra della Filarmonica Teatro Regio Torino. Tra i due nasce una grande intesa musicale e la voglia di fare musica insieme, non solo in orchestra. Decidono pertanto di formare un duo e di iniziare ad esplorare il repertorio per questa
insolita formazione cominciando proprio dal brano più celebre, il Duetto di Gioachino Rossini. Da qui il loro repertorio si allarga velocemente, toccando tutte le epoche e gli stili che hanno interessato e interessano questa formazione.
Il duo si è perfezionato presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino nell’ambito del Biennio di Musica d’Insieme sotto la guida del M.o Claudia Ravetto, conseguendo la laurea con il massimo dei voti e la lode.
Nel novembre 2020 si aggiudicano il I Premio Assoluto e il Premio Crescendo per la sezione Musica da Camera del Concorso “Premio Crescendo – XI edizione” organizzato dall’A.Gi.Mus di Firenze.
Nel giugno 2021 sono premiati con il Primo Premio al 22° Concorso Musicale Premio Placido Mandanici ottenendo anche il Premio Speciale Michele Giamboi per aver dato “maggior prova di sensibilità interpretativa e dedizione verso l’arte musicale”.
Nel settembre 2021 ottengono il Primo Premio al MAP International Music Competition (Los Angeles, California, USA) per la categoria Musica da camera – Duo.
Dal 2021 il duo entra a far parte dell’Associazione Nuovo Insieme Strumentale Italiano all’interno della quale coordina la direzione artistica della rassegna concertistica Panorami sonori e del Progetto Giovani della rassegna Suoni in movimento – Percorsi sonori nella rete museale biellese.
La formazione vanta la dedica di brani per loro concepiti: “Gravity” di Sandro Montalto, scritto nel 2019 e pubblicato nel 2020 da Da Vinci Edition, “Drama” di Elena Ballario, ultimato nel gennaio 2021, “Commedia della sera” di Giorgio Colombo Taccani, terminato a luglio 2021.

9 Ottobre ore 21:00
Arquata scrivia – Teatro della Juta

La Notte e gli Amori Recital pianistico

Matteo Cardelli

Programma

A. Schönberg
Verklärte Nacht op.4
-(trascrizione per pf. solo, arr. Peter Billam/Matteo Cardelli)

L. van Beethoven
Sonata quasi Fantasia op.27 n.2 “Chiaro di luna”
-Adagio sostenuto
-Allegretto
-Presto agitato

J. Brahms
Sonata n.3 op.5
-Allegro maestoso l
-Andante. Andante espressivo. Andante molto
-Scherzo. Allegro energico
Trio
-Intermezzo: Andante molto
Finale
-Allegro moderato ma rubato

Curriculum

Classe ’92, Matteo Cardelli si è diplomato al Conservatorio di Ferrara nel 2010 sotto la guida di Fabrizio Lanzoni e si è successivamente perfezionato seguendo masterclass con maestri di calibro internazionale. Dal 2015 vive e lavora a Basilea, in Svizzera, dove attualmente insegna come assistente nella classe del suo maestro Filippo Gamba, nella prestigiosa Hochschule für Musik. Presso l’isituto ha conseguito due Master, avendo l’occasione di approfondire lo studio musicale anche con Ferenc Rados, Sir András Schiff, Gabor Takacs, Anton Kernjak, Guy Braunstein. Viene regolarmente invitato a tenere concerti in Italia, Svizzera, Germania, Spagna, sia come solista sia come musicista da camera in diverse formazioni. Nel 2021 ha registrato il suo primo cd con musiche di Franz Liszt.